Il CdS ripristina l’obbligo di esporre il cartello del prezzo medio regionale: SOSPESA L’ESECUTIVITA’ DELLA SENTENZA IMPUGNATA

1 Dic 2023 | Pubblicazioni

Ordinanza CdS

Fissata per l’8 Febbraio l’udienza pubblica per la discussione del merito

Il Consiglio di Stato ripristina l’obbligo per i punti vendita carburanti di esporre il cartello con il prezzo medio regionale di benzina e gasolio. Il tribunale amministrativo ha infatti accolto ieri l’istanza cautelare presentata dal ministero delle Imprese per sospendere gli effetti della sentenza del Tar che aveva dichiarato illegittimo il decreto Mimit con le modalità di attuazione dell’obbligo, per un vizio nell’iter di approvazione (v. Staffetta 10/11).

Ieri il Cds, con l’ordinanza 4814/2023, ha accolto il ricorso Mimit 9049/2023: i motivi proposti e le questioni sollevate, si legge, richiedono un più approfondito esame da svolgere nella competente sede di merito. Nelle more della pronuncia di merito, i giudici hanno valutato gli interessi delle rispettive esigenze cautelari, giudicando “prevalente” quello del Mimit al mantenimento dello stato delle cose. Per questo il Consiglio ha accolto l’istanza cautelare ripristinando la validità del decreto e del conseguente obbligo.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Leggi qui l’Ordinanza:

CdS_Ordinanza_4814_Accoglimento-istanza-cautelare-2.pdf